fbpx

Tecnologie per la finitura dei prodotti stampati: cosa sono le termopresse?

trasparente

Nel mondo della stampa digitale, le presse a caldo (o termopresse) sono dei macchinari utilizzati per stampare su un substrato, come ad esempio un tessuto, attraverso l’applicazione di calore e di un’adeguata pressione per un certo lasso di tempo.

Sono costituite fondamentalmente da due elementi: un piano di lavoro ed un piano riscaldato. Quest’ultimo, generalmente in alluminio, funziona tramite una resistenza interna che converte l’energia elettrica in calore.

Le termopresse sono impiegate per la personalizzazione di un ampio range di prodotti, come T-shirt, shopper, abbigliamento promozionale e da lavoro, ma anche di supporti rigidi, come legno, metallo, ceramica, etc. Tra le tecnologie per il Finishing, risultano, inoltre, indispensabili per realizzare lavorazioni che includono termoadesivi da intaglio, transfer serigrafici, transfer ottenuti con stampanti laser o ink-jet, stemmi ricamati applicabili a caldo, transfer prodotti con i plotter stampa e taglio, oltre a tutti i lavori che si effettuano in sublimazione.

termopressa semiautomatica

Termopresse manuali, semiautomatiche o pneumatiche: come orientarsi tra le varie tipologie?

Le termopresse, progettate per molteplici utilizzi, possono essere di diverse tipologie: in alcuni modelli è possibile trovare il piano riscaldante inferiore anziché superiore oppure entrambi i piani riscaldanti; in altri, invece, come ad esempio quelli destinati alla produzione di targhe da premiazione, è presente un piano inferiore molto più alto.

Per semplicità, è innanzitutto possibile raggruppare le termopresse in tre grandi famiglie: manuali, semiautomatiche e pneumatiche.

Termopresse manuali: si tratta di macchine entry level dove è necessario regolare la pressione manualmente e l’apertura/chiusura del piano di stampa avviene per mezzo di una leva: maggiore è la pressione che si vuole imprimere, maggiore sarà la forza da esercitare sulla leva, sia in chiusura che in apertura.

Le termopresse manuali si dividono a loro volta in due grandi categorie: termopresse manuali con apertura frontale o a libro e termopresse manuali con apertura laterale. La prima tipologia comprende tutti i modelli che si aprono, appunto, frontalmente e presentano il piano riscaldante dinanzi all’operatore; la seconda include quelle macchine che invece si spostano lateralmente, lasciando il piano inferiore completamente libero per posizionare il supporto sul quale deve avvenire il transfer in piena comodità, senza correre il rischio di pericolose ustioni e scottature.

termopressa manuale

Termopresse semiautomatiche: sono macchine esteticamente simili alle termopresse manuali per via della presenza della leva necessaria per la chiusura del piano riscaldante, ma, in questo caso, la leva risulta morbida e la pressione viene assistita da diversi dispositivi, quali il piano inferiore a membrana o l’elettromagnete, che consentono di lavorare senza sforzi e con la massima comodità. Inoltre, le termopresse semiautomatiche solitamente sono anche dotate di un timer che, alla scadenza, solleva il piano riscaldante in modo automatico.

termopressa semiautomatica

Termopresse pneumatiche: sono macchine professionali che consentono un maggiore controllo sulla pressione attraverso un potenziometro integrato, offrendo, inoltre, la possibilità di conoscerne con precisione, tramite un manometro, il valore in Bar esercitato durante l’operazione di pressatura. In questa tipologia, la leva lascia il posto a due pulsanti che devono essere premuti simultaneamente per azionare la chiusura del piano di stampa, ma le termopresse pneumatiche non possono funzionare senza la presenza del compressore, che comporta necessariamente un maggiore consumo energetico, oltre al rumore dovuto all’azione dello stesso. Anche in questo caso, come nelle termopresse semiautomatiche, l’apertura del piano avviene spontaneamente alla scadenza del timer.

termopressa pneumatica

Termopresse: quali caratteristiche bisogna considerare per la scelta?

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, per poter lavorare bene, una termopressa deve essere dotata di tre caratteristiche principali: uniformità di pressione, uniformità di temperatura e piano d’appoggio libero nella parte inferiore.

Uniformità di pressione significa che, una volta abbassato il piano riscaldante, la pressione esercitata dallo stesso deve essere uguale in ogni punto, sia nella parte centrale che in prossimità dei quattro angoli.

Questo è un requisito assolutamente fondamentale per ottenere un risultato di qualità ed evitare imperfezioni che andrebbero a compromettere il supporto in modo irreparabile. Le termopresse manuali con apertura frontale non possono garantire una buona uniformità di pressione, poiché nel punto di minor apertura si avrà una pressione massima e, di conseguenza, una pressione minima nel punto di maggior espansione.

Questo, ovviamente, non comporta grandi difficoltà sui termoadesivi da intaglio, che possono essere lavorati semplicemente con un tempo di pressione maggiore, ma può creare diverse problematiche nel caso del trasferimento di una stampa sublimatica o dell’utilizzo di fogli con trasferimento toner, rendendo difficile ottenere una perfetta adesione dell’intera stampa al supporto e quindi un risultato professionale.

Nelle termopresse manuali con apertura laterale, invece, il piano riscaldante superiore è sempre parallelo a quello inferiore, e per questo garantiscono una migliore uniformità di pressione rispetto ai modelli a libro. Le termopresse semiautomatiche, dove la pressione risulta assistita, e quelle pneumatiche, dove è presente il potenziometro, sono quindi le tipologie che assicurano la migliore uniformità di pressione.

Uniformità di temperatura designa il parametro che permette di ottenere il riscaldamento uniforme del piano di lavoro, anch’esso indispensabile per garantire una buona stampa. La quantità di resistenze che si trovano nei diversi modelli di termopressa non è la stessa: alcuni presentano poche resistenze molto distanti tra loro, motivo per cui certe zone del piano hanno temperature considerevolmente più basse.

Se il piano non risulta ricco di resistenze, infatti, la temperatura non sarà uniforme e si avranno delle differenze notevoli tra le diverse parti del piano riscaldante, con picchi di calore in prossimità delle resistenze, collocate solitamente nella parte centrale, diminuendo poi in corrispondenza delle zone prive di resistenze e, di solito, verso gli angoli.

È sempre importante verificare che la temperatura impostata e visualizzata sul display della pressa non si discosti mai troppo da quella reale sviluppata dal piano: le migliori termopresse, infatti, sono quelle che garantiscono sia una buona uniformità di temperatura del piano che uno scarto di pochissimi gradi tra la temperatura indicata sul display e quella reale del piano riscaldante.

Piano d’appoggio libero nella parte inferiore, una caratteristica di cui tener conto se si ha l’esigenza di lavorare prodotti come magliette, felpe, polo o qualsiasi capo dotato di bottoni, che hanno bisogno di essere calzati nel piano della pressa.

Per questo, è fondamentale verificare che il piano d’appoggio risulti libero nella parte inferiore e che i supporti possano essere inseriti perfettamente, per evitare problematiche quali frantumazione dei bottoni, impronta del colletto posteriore nella parte anteriore delle magliette, e tanti altri difetti che potrebbero rendere il risultato non professionale.

termopressa

Per maggiori informazioni sulle termopresse e per conoscere i modelli disponibili prenota una consulenza gratuita con un nostro esperto di Finishing.

Per maggiori informazioni sulle termopresse e per conoscere i modelli disponibili prenota una consulenza gratuita con un nostro esperto di Finishing.
Informazioni di contatto
logo IM

Seguici anche su

logo as roma

©️ 2017 - 2024 I'MPRINTING Srl Unipersonale - Via Lorenzo Bonincontri, 43 - 00147 Roma RM - REA RM-1555576 - Capitale sociale €120.000 i.v. - C.F./P.iva:IT01995060769 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Società soggetta a direzione e controllo di Black Knight Capital Srl - P.iva:IT16776131001
©️ 2017 - 2024 I'MPRINTING Srl Unipersonale
Via Lorenzo Bonincontri, 43 - 00147 Roma RM
REA RM-1555576 - Capitale sociale € 120.000 i.v. - C.F./P.iva: IT01995060769 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Società soggetta a direzione e controllo di Black Knight Capital Srl - P.iva: IT16776131001

Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari